Ricerca vocale

Autore: Domenico Gambini
Data pubblicazione: 15/05/2021
Ultimo aggiornamento: 05/11/2021
Ricerca vocale

La ricerca vocale è divenuto uno strumento che viene utilizzato con sempre maggiore frequenza da parte delle persone che navigano online.

Ecco una descrizione di quello che occorre conoscere in merito e come migliorare il proprio sito internet per quanto concerne la ricerca vocale.

Contenuto dell’articolo:

La ricerca vocale di Google e il suo uso costante

Da quando gli smartphone si sono evoluti, il concetto di ricerca vocale è divenuto parte integrante delle ricerche che vengono effettuate utilizzando direttamente la propria voce.

Al 2019, secondo uno studio di Adobe, circa il 48 percento dei consumatori utilizzavano già la ricerca vocale.

Coloro che utilizzano gli smartphone per effettuare delle ricerche utilizzano gli assistenti vocali e i vari motori di sintesi vocale integrati negli smartphone per semplificare la procedura di ricerca.

Occorre sottolineare come tale procedura viene effettuata in maniera naturale, quindi anche il metodo di svolgere una ricerca si è evoluto e pertanto anche gli aspetti per far trovare i propri contenuti online devono subire delle importanti modifiche per poter essere reperiti con facilità tramite ricerca vocale.

Come avvengono le ricerche vocali sul web

Oggi Google e la ricerca vocale offrono una maggiore libertà di espressione per quanto concerne le ricerche che possono essere svolte sul web.

Questo significa, sostanzialmente, che anche le chiavi di ricerca hanno subito una modifica.

Per esempio quando si utilizza un computer e si decide di trovare un ristorante a Milano, sul motore di ricerca si tendono a inserire solamente le parole chiave che scremano i risultati di ricerca.

In questo caso i termini “ristoranti”, “Milano”, l’indicazione del ristorante ed anche altri termini utilizzati vengono inseriti nelle chiavi di ricerca.

Quando si utilizza il sistema di ricerca vocale con i dispositivi mobili, invece, le parole che vengono inserite sono maggiormente fluide.

Sempre per trovare un ristorante a Milano, chi effettua la ricerca decide di pronunciare una frase come se stesse ponendo una domanda all’assistente: ecco quindi che le ricerche diventano quesiti come “Quale è il migliore ristorante a Milano?”, permettendo quindi di ottenere una lista di risposte che indica appunto quali siano i locali che vengono definiti tali.

Questa modifica comporta quindi una variazione per quanto riguarda la creazione dei contenuti che permettono di trovare i propri contenuti sul motore di ricerca.

Come la ricerca vocale su Google ha modificato i contenuti

Oggi, quando si deve creare un contenuto che sia facilmente visibile online, occorre semplicemente prendere in considerazione la possibilità di inserire delle long tail keywords.

Queste sono parole chiave che sono composte da tre o più termini e che formano una frase di senso compiuto, facendo in modo che il risultato finale possa essere sinonimo di ricerca che viene migliorata in modo esponenziale.

Ecco quindi che grazie a questa semplice procedura si ha la concreta occasione di ottenere un buon risultato, ovvero essere visibili anche agli occhi del motore di ricerca vocale.

Inoltre anche la struttura dei contenuti è stata leggermente modificata.

Se prima si optava per la creazione di testi sintetici e quindi indicizzabili per le parole chiave, oggi questi sono ricchi di dettagli proprio per fare in modo che il risultato finale possa essere perfetto e si abbia la concreta occasione di dare maggiori informazioni al motore di ricerca, evitando quindi che le lunghe domande potrebbero non fornire il risultato finale tanto sperato.

Di conseguenza è importante revisionare i propri contenuti affinché la ricerca vocale possa consentire di ottenere il risultato finale tanto sperato ed evitare che si venga tagliati fuori da questo nuovo metodo che consente di trovare i contenuti online.

Si deve sottolineare il fatto che la ricerca vocale con parole chiave a coda lunga si associa in maniera naturale con la ricerca di attività locali e quindi con la Local SEO.

Inoltre queste nuove tecnologie per la ricerca vocale sono oramai presenti sia in Google che negli altri motori di ricerca e sistemi operativi utilizzati.

Articoli dal Blog

Si tratta di SEO, Advertising e Web in generale

Lunghezza post di un blog

Traffico organico

UX significato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Logo inverso

© All rights reserved.
Powered by DG Medialab.

Impressum

Privacy Policy

Cookie Policy

NAP


DG MEDIALAB
Schutterwälder Straße 41
77656 Offenburg
Germany
+39 320 3488446
info@dgmedialab.com